Organismo di vigilanza

L’Organismo di Vigilanza ha il compito di vigilare sul funzionamento e l’effettiva applicazione del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo adottato dalla società.

Ruolo

Come previsto dal Decreto Legislativo 231/2001 sulla responsabilità amministrativa delle società, CIR si è dotata di un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo, che aggiorna periodicamente. L’ultima modifica è stata adottata dal Consiglio di Amministrazione del 29 ottobre 2018. 

L’Organismo di Vigilanza (OdV), organismo di controllo previsto dal Decreto Legislativo 231/2001, è fondamentale per la corretta applicazione del Modello. 

L’OdV deve infatti vigilare sull’osservanza del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo da parte dei soggetti destinatari, e sull’efficacia e l’adeguatezza del Modello in relazione sia alla struttura aziendale sia alla effettiva capacità di prevenire la commissione dei reati. 

L’OdV deve inoltre proporre al Consiglio di Amministrazione l’aggiornamento del Modello a seguito di cambiamenti aziendali, della normativa e/o del contesto esterno.

Per poter assicurare correttamente le proprie funzioni, l’OdV è indipendente e in posizione di terzietà rispetto ai soggetti sui quali deve vigilare.  È dotato di poteri autonomi di iniziativa e di controllo, comunica regolarmente con gli altri attori del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi, tra cui il Comitato Controllo, Rischi e Sostenibilità e il Collegio sindacale, e relaziona periodicamente al Consiglio di Amministrazione.

Composizione

L’OdV di CIR è un organismo collegiale, nominato dal Consiglio di Amministrazione e attualmente composto dall’Avv. Giuseppe Bianchi, dall’Avv. Andrea Gottardo – e dal responsabile della funzione di internal auditing, dott. Vittorio Gennaro.