Home » Glossario finanziario

Glossario finanziario

Analisi tecnica
Studia il comportamento dei mercati finanziari, principalmente mediante grafici, per prevederne la possibile tendenza futura.
Azioni
Titoli che rappresentano la partecipazione al capitale di una società. Esistono diversi tipi di azioni quotate in Borsa: le ordinarie, le privilegiate e le azioni di risparmio.
Capitalizzazione
Valore di mercato di una società quotata, pari al prodotto tra il numero delle sue azioni e il loro prezzo.
Capital gain
Guadagno in conto capitale realizzato vendendo un titolo ad un prezzo superiore rispetto a quello di acquisto. Non include l’ammontare dei dividendi (v.) eventualmente maturati.
Capitale sociale
Il suo valore è prefissato nell’atto costitutivo della società. Per le SpA, il capitale sociale è espresso in un dato numero di azioni, a ciascuna delle quali è stato assegnato un valore nominale.
Cash flow
(flusso di cassa) E’ costituito dal totale degli utili d’impresa meno le imposte e i dividendi pagati, più le riserve per ammortamento del capitale fisso. Indica il totale delle risorse liquide a disposizione del management aziendale per investimenti, acquisizioni, distribuzione dividendi, ecc.
Consob
(Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) E’ il massimo organo di vigilanza e controllo dei mercati borsistici.
Corporate governance
Insieme delle regole, dei sistemi e degli organi di gestione e di controllo della società.
Dividendo
Quota di utile di una società per azioni distribuita agli azionisti come remunerazione del capitale da loro investito nella società.
Ebit
(Earning before Interests and Taxes) Parametro che misura l’utile prima del pagamento di interessi passivi ed eventuali imposte sui redditi. Equivale al nostro “risultato operativo”.
FTSE/MIB
Indice rappresentativo dei corsi dei 40 titoli azionari più trattati sul MTA (Mercato Telematico Azionario), le cosiddette Blue Chips. La composizione dell’indice viene rivista periodicamente.
Internal dealing
Vengono così definite le operazioni su titoli quotati dell’emittente e delle sue controllate, effettuate da soggetti “interni”, ovvero persone che possono accedere ad informazioni price sensitive. Tali soggetti (denominati “Persone Rilevanti”) devono osservare particolari obblighi informativi e di comportamento.
Investitori istituzionali
In questa categoria rientrano i fondi comuni d’investimento, i fondi pensione, le compagnie di assicurazione, le società di gestione patrimoniale, e tutti quegli intermediari che mobilitano ingenti risorse finanziarie e grandi quantità di risparmiatori.
Obbligazione
Titolo di debito negoziabile in Borsa emesso da una società quotata nel quadro del collocamento al pubblico di un prestito. Esistono diversi tipi di obbligazioni: indicizzate, convertibili, cum warrant, a premio, ecc.
Partecipazione rilevante
In una società quotata, viene definita per legge “rilevante” qualsiasi partecipazione che superi il 2% del capitale; se invece si tratta della partecipazione di una società quotata in una SpA non quotata o in una Srl, la soglia oltre alla quale la partecipazione è ritenuta “rilevante” sale al 10% del capitale.
Portafoglio
Indica collettivamente tutti i titoli mobiliari posseduti da un investitore. Nel gergo degli operatori di borsa viene definito “giardinetto”.
Prezzo di riferimento
Viene calcolato facendo la media ponderata dei prezzi relativi all’ultimo 10% delle quantità di azioni scambiate nel corso della giornata di Borsa. L’ultimo prezzo di riferimento calcolato dal sistema telematico di Borsa esprime perciò la tendenza della quotazione per quel determinato titolo al momento della chiusura delle contrattazioni.
Prezzo ufficiale
E’ il prezzo medio di un titolo, ponderato sulla quantità di azioni trattate nel corso di una giornata di Borsa. A differenza del prezzo di riferimento il prezzo ufficiale riflette l’andamento dell’intera seduta.
Price sensitive
Sono considerate “price sensitive” le notizie non ancora note al mercato che riguardino eventi capaci di incidere sulla situazione patrimoniale, reddituale e finanziaria delle società emittenti titoli, nonché sull’andamento dei loro affari.
Rating
(anche credit rating). Valutazione qualitativa della capacità finanziaria di un’impresa, di un ente o di una nazione, nonché della sua affidabilità come debitore. Segnala alle banche e agli investitori il livello di rischio di un’emissione di obbligazioni o di titoli di Stato e l’entità del credito che si può accordare a quel debitore. L’assegnazione del rating viene fatta dalle agenzie di informazioni commerciali. Le più note sono le statunitensi Moody’s Investors Service e Standard & Poors.
Start-up
Termine inglese oggi internazionalmente usato per indicare un’azienda nuova o molto giovane.
Stock option
Forma d’incentivo e di remunerazione per il personale e/o gli amministratori di un’azienda che consiste nell’assegnare opzioni a sottoscrivere o ad acquistare in futuro azioni della propria società ad un prezzo predeterminato.