Il Gruppo CIR opera in differenti settori dell’industria e dei servizi sia a livello nazionale che internazionale. Le sue attività, pertanto, sono esposte a diverse tipologie di rischio finanziario, inclusi il rischio di mercato (rischio di cambio e rischio di prezzo), di credito, il rischio di liquidità ed il rischio di tasso di interesse. Al fine di minimizzare i rischi il Gruppo fa ricorso a strumenti finanziari derivati di copertura. La gestione del rischio è effettuata dalla funzione centrale di finanza e tesoreria sulla base di politiche approvate dalla Direzione di CIR e trasmesse alle società controllate in data 25 luglio 2003.   I principali rischi identificati, monitorati e, per quanto di seguito specificato, attivamente gestiti da CIR sono i seguenti:
  • Il rischio mercato  
  • Il rischio credito
  • Il rischio liquidità
  • Il rischio di tasso d’interesse

Download