Home » Gruppo » Chi siamo » Strategia

Strategia

Il gruppo CIR ha l’obiettivo di creare valore per tutti i propri azionisti con una strategia di lungo periodo basata su quattro capisaldi:

  • concentrazione dell’azione del management sulle tre partecipazioni industriali rilevanti (GEDI nei media, Sogefi nella componentistica auto, KOS nella sanità);
  • rafforzamento dell’attività di coordinamento e controllo della holding;

  • impiego delle risorse disponibili dando priorità a opportunità di crescita e rafforzamento nelle tre attività industriali del gruppo;

  • razionalizzazione degli investimenti non-core con progressiva dismissione delle partecipazioni non significative.

Le linee di sviluppo nei tre principali settori di attività del gruppo sono le seguenti:

Componenti auto

  • posizionarsi tra i migliori del settore in termini di soddisfazione del cliente,  redditività, cash flow e sostenibilità;
  • sviluppare la leadership in Europa e incrementare la crescita in Nord America e Asia;
  • migliorare la competitività degli impianti industriali esistenti e nuovi;
  • puntare sull’innovazione e sui nuovi prodotti che contribuiscano alla riduzione del peso e delle emissioni di CO2 delle auto.
Media
  • puntare allo sviluppo, sia rafforzando l’attività tradizionale con costanti rivisitazioni dei propri prodotti editoriali, sia cogliendo tutte le nuove opportunità che il mercato può offrire;
  • ampliare l’offerta di contenuti dei propri brand sulle nuove piattaforme digitali;
  • affermarsi nel mercato della pubblicità secondo le linee guida avviate dalla concessionaria interna;
  • preservare la redditività dell’impresa in un contesto di crisi mondiale che ha inciso negativamente sui fatturati, agendo sui costi e sulla riorganizzazione aziendale.
Sanità

  • consolidare il ruolo di polo aggregatore nel settore socio-sanitario italiano con un orientamento al cliente, alla qualità del servizio e all’efficienza;
  • crescita nelle RSA e nella riabilitazione nel Centro e nel Nord Italia sia in modo organico sia attraverso acquisizioni e l’apertura di nuove strutture;
  • sviluppo internazionale nelle cure oncologiche e nella riabilitazione.