CIR ha recepito le direttive Consob in materia di internal dealing. Le norme che regolano questa tematica si trovano all’interno del codice di comportamento in materia di internal dealing, che contiene le modalità stabilite dal consiglio di amministrazione di CIR. La mancata osservanza del codice di comportamento è passibile di sanzioni ai sensi di legge.

Il codice di comportamento definisce “insiders” i soggetti che hanno un legame con la società e che possono effettuare operazioni sulle azioni del gruppo, avendo una approfondita conoscenza della futura evoluzione della società. Tali soggetti sono:

  • I componenti il Consiglio di Amministrazione di CIR;
  • I membri effettivi componenti il Collegio Sindacale di CIR;
  • Il Direttore Generale e il Soggetto preposto alla redazione dei documenti contabili societari previsto al comma 4 dell’art. 154 bis del Testo Unico (Soggetto 154 bis) di CIR;
  • Gli analoghi soggetti di una controllata, qualora il valore contabile della stessa, nel bilancio separato di CIR, venga a rappresentare più del cinquanta per cento dell’attivo patrimoniale risultante dall’ultimo bilancio approvato (in tal caso l’Amministratore Delegato ed il Soggetto Preposto daranno a tali soggetti specifica notizia entro la data dell’Assemblea di CIR chiamata ad approvare il Bilancio).  

Download