Home » Governance » Consiglio di amministrazione » Consiglieri indipendenti

Consiglieri indipendenti

Sei amministratori su un totale di 11 consiglieri sono indipendenti. La composizione del consiglio di amministrazione è pertanto adeguata a garantire sufficienti condizioni di indipendenza operativa.

Guido Tabellini è il “lead independent director” dal 28 aprile 2017. Il “lead independent director” è il punto di riferimento e di coordinamento per le esigenze e le istanze dei consiglieri indipendenti.

Il Codice di autodisciplina stabilisce che i consiglieri sono considerati indipendenti se:
  • non esercitano controllo diretto o indiretto sulla società;
  • non hanno occupato negli ultimi tre anni una posizione importante all’interno della società o altre collegate o controllate;
  • non hanno una relazione finanziaria o professionale, diretta o indiretta, con suddetta società o società controllate e non sono stati dipendenti da esse;
  • non hanno ricevuto alcuna remunerazione rilevante dalla società o dalle sue controllate negli ultimi tre anni;
  • non sono stati amministratori della società per più di nove anni negli ultimi dodici anni;
  • non rivestono la carica di amministratore esecutivo in un’altra società nella quale un amministratore esecutivo dell’emittente abbia un incarico di amministratore;
  • non sono soci o amministratori di società o di un’entità appartenente alla rete della società incaricata della revisione contabile;
  • non sono stretti familiari di una persona che si trova in una delle situazioni di cui ai precedenti punti.