Home » Attività » Media - GEDI » GEDI: mercati e posizionamento

GEDI: mercati e posizionamento

GEDI Gruppo Editoriale è il primo editore italiano di quotidiani (circa 740 mila copie cartacee e digitali giornaliere diffuse e 5,8 milioni di lettori giornalieri), il leader nell’informazione online (2,5 utenti unici digitali giornalieri) nonchè il secondo player privato nel settore radiofonico (oltre 7 milioni di ascoltatori giornalieri).

Andamento del mercato
Nel 2017 gli investimenti pubblicitari complessivi (dati Nielsen Media Research) hanno mostrato una flessione del 2,1% rispetto al 2016. Hanno registrato andamenti positivi solo la radio, che ha mostrato un incremento del 5,4% confermando il trend positivo in atto dal 2015, ed internet che, esclusi Search e Social, ha conseguito una raccolta in leggera crescita (+1,7%); la stampa ha subito un calo del 7,1%.

Il mercato dei quotidiani e dei periodici
Nel 2017 le vendite in edicola e in abbonamento dei quotidiani sono scese del 8,8% rispetto al 2016: i quotidiani locali hanno registrato un calo del 6,8% (elaborazione GEDI su dati ADS-Accertamento Diffusioni Stampa), più contenuto rispetto a quello riportato dai quotidiani nazionali (-15,4%). La raccolta pubblicitaria sui quotidiani è scesa del 7,7%. La diffusione dei settimanali è scesa del 6,5% e quella dei mensili del 15,3% (ADS).

Il mercato delle radio
Le tre radio del gruppo hanno confermato buoni risultati di ascolto nel 2017. Radio Deejay si conferma tra i leader di mercato con 5,2 milioni di ascoltatori nel giorno medio; Radio Capital e m2o hanno registrato un'audience rispettivamente di 1,6 milioni e 1,7 milioni di ascoltatori (Radio Ter). Gli investimenti pubblicitari su radio hanno mostrato una crescita del 5,4%.